The Wilderness Downtown (mi era passato il futuro di mente)

Sono un paio di mesi che mi riprometto di installare Chrome e di provare il tanto acclamato video interattivo degli Arcade Fire “We Used To Wait”. Il minisito è un esperimento in HTML5, creato con l’aiuto di Google stessa, che apre una vera e propria finestra sul futuro del web e sulle potenzialità di questo nuovo linguaggio.

Un sito che è al tempo stesso video musicale, applicazione web e opera d’arte interattiva e multimediale. Un capolavoro sotto tutti i punti di vista in grado di stupirmi come poco altro era stato in grado di fare negli ultimi anni.

Il gioco è semplice:  procuratevi un browser che supporti HTML5 (Firefox 4, Chrome e, mi pare, anche IE9), andate su http://www.thewildernessdowntown.com/, inserite il nome della città in cui siete cresciuti, verificate che l’applicazione riesca a scovare sufficienti risorse per tale città (io non sono riuscito a farla girare con Carrara e contro ogni mio principio mi sono dovuto piegare ad usare Milano) e cliccate su play.

Quello che segue è un’esperienza che lascia a bocca aperta dal primo all’ultimo frame, un mash up portato alle sue estreme conseguenze che diventa arte interattiva senza mai scadere nel tecnicismo o nel retorico. Tutto quanto è curato nei minimi dettagli ed il messaggio che si riceve una volta completata la propria “postcard” è la perfetta stazione di arrivo di un vero e proprio viaggio: here is where you wait.

Non vi racconto atro per non rovinarci la sorpresa: io sono arrivato in ritardo e me ne pento, perciò se ancora non lo avete provato…

The wilderness downtown

The wilderness downtown

No comments yet.

Lascia una risposta